© 2023 by The Book Lover 

Proudly created with Wix.com

  • Grey Facebook Icon
  • Grey Twitter Icon
  • Grey Google+ Icon

Disclaimer

I contenuti pubblicati sono responsabilità dei rispettivi Autori dei post.

Esperienze e suggerimenti per allestire Escape Box (o Escape Bag?)

June 5, 2019

Le Escape Room che avevo realizzato fino a qualche mese fa erano soltanto digitali, molto scarnificate, con una funzione "meta", in quanto erano escape room sulle escape room, destinate alle persone che partecipavano ai miei laboratori sull'argomento.

Ma intendevo realizzare un'escape room reale portatile, ossia da mettere in valigia e trasportare anche in aereo.

Pertanto, mesi fa, a tempo perso e rigorosamente a casa mia, ho iniziato a progettare e, contestualmente, a pescare da armadi e cassetti oggetti che potessero essere utili. Così ho dato nuova vita a oggetti mai usati o rotti, che non ho mai osato buttare: riciclo creativo anziché decluttering.

Qualche esempio:

- giocattoli di mio figlio,

- oggetti di bigiotteria rotti e mai riparati,

- portafogli, astucci e borsette usati ma "come nuovi".

Altri oggetti li ho invece acquistati, perché a casa non ne avevo in quantità sufficiente:

- lucchetti numerici e a chiave,

- contenitori da chiudere con lucchetti (astucci con doppia cerniera, cofanetti di caramelle e simili).

In realtà dopo ho realizzato che si potevano chiudere con il lucchetto altri oggetti presenti a casa.

Non voglio fare spoiler (chi lo fa, per le proprie escape room?), quindi non posso dire come si sviluppa il percorso e quali enigmi ci siano nella mia Escape portatile mista, ma posso condividere alcune cose.

 

Progettazione

Ho usato una mappa mentale interattiva, in cui è segnato tutto (anche soluzioni, codici e password), che aggiorno nel caso di sostituzioni (per esempio, di un contenitore).

Eccola sotto (non si può ingrandire, per evitare spoiler):

  

Percorso

Essendo destinato a due classi, quindi a 50 studenti divisi in 7-8 gruppi, il percorso doveva essere necessariamente paratattico, con Escape Box autoconclusivi: il risultato di ogni box contribuiva alla chiave finale.

Per gli escape box si può vedere il sito breakoutbox.org.

 

Enigmi

Per la realizzazione di alcuni enigmi ho utilizzato strumenti on-line fra quelli da me repertoriati su www.pearltrees.com/vizzanna/problem-solving-giochi/id18053555#l334.

 

Sito di supporto

Ho previsto una parte on-line, realizzata su un sito come questo e accessibile, naturalmente, tramite QR Code.

 

Reimpiegabilità

Gli Escape Box sono assolutamente reimpiegabili, adattabili, personalizzabili: basta cambiare gli enigmi e qualche accessorio.

 

Test

Ho testato questa Escape Room mista portatile a casa con amici, alla vigilia del suo uso didattico a Ravenna: è servito, perché avevo realizzato dei QR Code con un webware trial che, scaduto il periodo di prova, mi ha chiesto il pagamento perché potessi avere ancora accesso ai QR Code realizzati. In tutta fretta, li ho dovuti ricreare ex novo con un webware più affidabile.

 

Utilizzo a oggi

Ho usato l'escape sia con studenti che con docenti:

- con studenti (2 classi per volta) ai primi di maggio nell'ambito di Students Matter a PNSD Futura Ravenna (ringrazio Roberto Bondi dell'USR Emilia-Romagna per l'invito ed Elisabetta Siboni per la collaborazione durante le due esperienze),

- con docenti (50-60) a fine maggio in un seminario organizzato dal CRS4 nell'ambito di un evento Iscola@ Linea B3 Idea, presso il Liceo "Brotzu" (ringrazio Nunzia Bonifati e Carole Salis per l'invito nonché Andrea Mameli per il supporto).

 

Documentazione fotografica

Vedere la gallery sottostante.

 

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

Esperienze e suggerimenti per allestire Escape Box (o Escape Bag?)

June 5, 2019

1/10
Please reload

Post recenti